domenica 6 luglio 2008

Il Mondo Nuovo della Plasmon in cui i bambini sono felici: pubblicità razzista ed eugenetica ?


Il Mondo Nuovo di Aldous Huxley (1932). Recensione tratta da questo sito.


Il Mondo Nuovo fu scritto da Aldous Huxley nel 1932. La vicenda è ambientata in un immaginario stato totalitario del futuro, in cui tutto è sacrificabile in nome del malinteso concetto di progresso. In un mondo senza guerre né malattie, dove tutto è pianificato e controllato da governatori generali, i bambini non sono partoriti ma creati in batteria con attributi fisici e intellettivi preconfezionati. Appartengono a diverse caste indicate con le lettere greche e ricevono sostanze differenti a seconda della classe sociale a cui sono destinati (dagli alfa agli epsilon). La clonazione umana è quindi fenomeno quotidiano, addirittura resa più efficace e veloce nel nome della produttività. Ognuno è felice di appartenere alla propria classe e alla società in cui vive, essendo istruito moralmente con messaggi ipnopedici (nel sonno) sin da piccolo. Ogni individuo è poi istruito al consumismo, a stare insieme agli altri, alla normalità del fenomeno della morte (vista addirittura come utile, in quanto i corpi, cremati, forniscono preziose sostanze come l’azoto…) e addirittura a stare lontano da libri e natura: i primi, dannosi, perché potrebbero aiutare nel crearsi una coscienza autonoma e la seconda, dannosa, perché permetterebbe, anche da adulti, di divertirsi senza spendere un soldo, quindi non conforme al consumismo.
In una società in cui è attuato il sesso libero e le parole padre e madre sono irriverenti e scandalose le relazioni durature sono viste come strane e anormali e il nucleo familiare come uno spregevole luogo dove venivano cresciuti i bambini nel passato. Gli abitanti di questo futuro vivono perciò nella loro felicità forzata ignorando le opere classiche e religiose come quelle di Shakespeare o come la Bibbia, censurate dai governatori. Ovattati nella loro quotidiana calma gli individui di questo mondo, nel caso dovessero incappare in ansia, rabbia, tristezza o situazioni spiacevoli, ricorrono al soma: droga sintetica miracolosa, senza effetti collaterali, che permette di sfuggire ai dispiaceri e che è addirittura consigliata ipnopedicamente. L'individuo quindi non esiste più, l’individualità del soggetto, ciò che fa di un essere umano una cosa unica e inimitabile, è un concetto assolutamente sconosciuto al popolo, prezzo da pagare per avere questa felicità comune. L’equilibrio della società è scosso quando John (il Selvaggio), un giovane cresciuto in una società più “primitiva”, entra in contatto con questa società “perfetta”. La sua ribellione contro i semplicistici e superficiali principi di questa società completamente globalizzata ed omologata come perfetta, però, non ha fortuna, ed è la sconfitta del singolo a vantaggio del numero. In questo libro si possono trovare molte somiglianze tra la società descritta da Huxley e la nostra società; il soma, ad esempio, è paragonabile alle odierne droghe, più o meno leggere, usate anche per sviare i dispiaceri. Il condizionamento ipnopedico è una forma estrema dell’attuale pubblicità televisiva che bombarda i bambini di oggi inducendoli a scegliere questo o quel prodotto e a dettar loro le mode ed i giochi.


Cosa c'entra il Mondo Nuovo di Huxley con la pubblicità della Plasmon ?


Nella recente pubblicità della Plasmon (2007) compaiono diverse centinaia di bambini vestiti con tutine tutte dello stesso colore (kaki) che scorazzano sull'eba, prima carponi e poi correndo allegramente tutti nella stessa direzione (vedi video, cliccando sulla foto).
Clicca qui per vedere il video
Nel libro Il Mondo Nuovo di Huxley una voce tutte le notti per centoventi volte, per tre volte la settimana, per trenta mesi ripete, nella stanza dove dormono i bambini Beta, le seguenti frasi condizionanti."I bambini Alfa sono vestiti di grigio. Lavorano molto più di noi perchè sono tanto tanto intelligenti. Sono veramente contento di essere un Beta perchè non sono costretto a lavorare così duro. E poi noi siamo superiori ai Gamma e ai Delta. I Gamma sono stupidi. Essi sono vestiti tutti di verde, e i bambini Delta sono vestiti di kaki. Oh no, non voglio giocare con i bambini Delta. E gli Epsilon sono ancora peggio."

Ancora, più avanti nel libro, si legge:

"Fuori in giardino era l'ora di ricreazione. (...) sei o settecento bambini correvano con stridule grida sull'erba."

I bambini della Plasmon ricordano molto da vicino i bambini Delta. Essi sono tutti bianchi, tutti biondi, tutti belli, tutti sani, tutti felici, tutti bravi e soprattutto lo sono... senza mamma ! Non c'è spazio per la diversità in questo mondo artificiale della Plasmon che ci ricorda un po' troppo, perché sia una pura coincidenza, il Mondo Nuovo di Aldous Huxley, libro intriso di razzismo ed ideologie eugenetiche nonché precursore dell'avvento del consumo di massa delle droghe, la cui diffusione nel mondo reale trovò in Huxley un agente di primo livello.

Per vedere il video della Plasmon occorre aver installato Quick time. Il titolo è: “Datemi un martello - Plasmon Omogeneizzati – 2007. Musica: If I Had A Hammer di Trini Lopez. Regia: Luca Lucini e Alberto Mantini. Agenzia: Leo Burnett. Direzione Creativa: Sergio Rodriguez. Casa di Produzione: The Family.

Infine consiglio una ripassata ai post del blog dedicati ai padri dell’ambientalismo italiano (Alessandro Ghigi e Aurelio Peccei), di cui pochi conoscono le radici malthusiane, razziste ed eugenetiche.

1 commento:

MaRaNtZ ha detto...

sembra pari pari il fantastico e ipnotico mondo di berluscolandia!